Si è riunita l’Assemblea dei Comuni soci del Cosmari. Maria Elena Sacchi è il nuovo componente del Consiglio di Amministrazione

Comunicato Stampa

 

Si è riunita l’Assemblea dei Comuni soci del Cosmari. Maria Elena Sacchi è il nuovo componente del Consiglio di Amministrazione

 

Martedì 2 febbraio, come previsto, è tornata a riunirsi, sia in modalità streaming che in presenza, come previsto dalla normativa covid, l’Assemblea dei Comuni soci del Cosmari srl.

Fatto l’appello dei Sindaci e dei delegati connessi, presenti oltre il 63% delle quote societarie.

Rinviato il primo punto all’ordine del giorno che prevedeva la nomina dei componenti del Comitato per l’attuazione del Controllo Analogo della società. Gli undici componenti vengono nominati secondo la divisione territoriale su cui opera il Cosmari, Alcuni Comuni, come previsto dal regolamento hanno la nomina diretta, come ad esempio Macerata, Civitanova Marche, Recanati In quanto hanno più di 20 mila abitanti), Tolentino (sede dell’impianto) e Cingoli (sede della discarica). Può ricoprire il ruolo di componente o direttamente il Sindaco oppure un suo delegato.

L’argomento verrà trattato a breve, nella prossima seduta del 26 febbraio 2021, come deciso all’unanimità.

La seduta dell’Assemblea è proseguita con la nomina del nuovo componente del Consiglio di Amministrazione.

Il Sindaco di Recanati Antonio Bravi ha proposto quale nuovo membro del CdA del Cosmari Maria  Elena Sacchi, avvocato recanatese che aveva ricoperto tale carica nel precedente Consiglio. Infatti, visto anche la prossima scadenza dell’attuale CdA, la scelta è caduta su di una persona che conosce approfonditamente l’azienda e tutte le sue problematiche.

Marie Elena Sacchi è stata nominata a larga maggioranza (54,88%) con l’astensione di alcuni Comuni. Nessun contrario.

Il Presidente ha comunicato che è stato pubblicato il bando per la ricerca del nuovo Direttore generale e che a breve il Comune di Ussita avvierà il servizio di raccolta differenziata “Porta a Porta”. Importanti novità, ha informato il Direttore Giampaoli, anche a seguito della nuova normativa, per l’apertura di nuovi centri del riuso. A breve sarà presentato in Provincia anche il progetto per l’impianto del digestore anaerobico che sfrutterà l’organico, investimento superiore a 20 milioni di euro. Si continuerà comunque nella produzione di compost di qualità. Per quanto riguarda l’impianto di riciclo di pannoloni e pannolini, l’ATA 3 sta interessando le altre province per avere la quantità di rifiuto necessario per prevedere l’avvio della  attrezzatura che consente il riciclo di questo particolare rifiuto.

 

Ufficio Stampa: Luca Romagnoli tel. 335.475004 

 

Contenuto inserito il 03/02/2021
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità